domenica , 23 settembre 2018

Home | Cani | Mestruazioni nel cane: tutto quello che bisogna sapere

Mestruazioni nel cane: tutto quello che bisogna sapere

Nei cani di sesso femminile due volte l’anno, ma anche meno, si manifesta il ciclo del calore, ovvero il ciclo mestruale legato alla gravidanza della cagna. L’importante è tenere traccia dei cicli mestruali e assicurarsi che ci sia una regolarità, in caso contrario è bene rivolgersi a un veterinario perché potrebbero esserci problemi alle ovaie.

Le fasi del ciclo mestruale delle cagne

Il ciclo si compone di quattro fasi:

  • Proestro: dura tra 3 e 17 giorni, durante questa fase l’animale espelle un liquido rossastro/marrone. Verso la fine di questa fase i livelli di estrogeni diminuiscono, mentre i livelli di progesterone e ormone luteinizzante (LH) aumentano, l’LH stimola l’ovulazione e il cane si prepara per l’accoppiamento, ma non è ancora pronta, tanto che rifiuta i maschi che le si avvicinano.
  • Estro: dura tra i 3 e i 21 giorni e durante questa fase il liquido che viene espulso è rosato/paglierino. È la fase veramente fertile del cane e il momento migliore per l’accoppiamento è il primo giorno.
  • Diestro: dura tra 50 e 80 giorni, in questa fase il corpo della cagna si comporta, a livello ormonale, come se fosse incinta, anche se non lo è.
  • Anaestro: dura tra i 130 e i 250 giorni, anche se in alcune razze può durare di più, tanto che si manifesta un solo calore ogni anno. In questo momento il corpo è a riposo e si prepara al ciclo successivo.

Come comportarsi durante il calore

Se non si desidera una gravidanza la cagna deve essere tenuta sotto osservazione, quando si trova in aree in cui sono presenti altri cani, ma anche nel caso in cui sia libero in giardino. È un momento delicato, per cui va coccolata e protetta, senza però pensare che stia soffrendo, è un evento del tutto naturale, che non provoca dolore nell’animale. Meglio evitare il bagno nella fase emorragica, il pericolo sono le infezioni vaginali che potrebbero essere favorite dall’umidità.

Se il vostro scopo, invece, è una gravidanza, è consigliabile rivolgersi a un veterinario che farà un apposito test per verificare se l’animale è in ovulazione.

Bisogna, inoltre, fare grande attenzione alla brucellosi, un’infezione batterica a trasmissione sessuale che può causare l’aborto degli embrioni e l’infertilità.

Infine, sfatiamo il mito per cui un cane debba accoppiarsi almeno una volta nella sua vita. Non c’è nessuna ragione biologica per pensare questo, né tantomeno che sia necessario farle fare una cucciolata.

 

© Riproduzione riservata