mercoledì , 19 settembre 2018

Home | Cani | Il Pinscher Nano, adorabile canaglia.
pinscher nano

Il Pinscher Nano, adorabile canaglia.

Il Pinscher Nano è un cagnolino minuto, ma con un caratterino prorompente, intrepido, molto sicuro di sé e poliedrico.
Dolce con la sua famiglia, giocherellone coi bambini, sportivo per i più atletici.
Non fatevi incantare dalla taglia ridotta!
Non è un cane esclusivamente “da divano”, anzi, è un eccellente compagno anche per i cinofili più esigenti.

pinscher nanoLa storia della razza

E’  opportuno, prima di tutto, fare una precisa distinzione fra Pinscher Nano e Pinscher.
Queste razze, anche se molto somiglianti, hanno due differenti standard, ciò che li differenzia maggiormente è la taglia.
Di origine tedesca, il Pinscher e il Pinscher Nano (o Zwergpinscher) fecero la prima apparizione ufficiale a un’esposizione canina sul finire del diciannovesimo secolo.
A differenza dello Zwergpinscher, che riscosse un discreto successo, il Pinscher non ebbe un gran seguito, addirittura dopo la metà del Novecento rischiò di scomparire.

 

pinscher nano

Lo Zwergpinscher è molto diffuso

Lo Zwergpinscher è diventato uno dei più popolari cani da compagnia ed è scelto da molte famiglie italiane.
Spesso però ci si imbatte in soggetti poco educati, nervosi, rissosi e a volte anche mordaci, probabilmente frutto di una selezione improvvisata.
Oppure gestiti da umani poco esperti che si fanno prevaricare dal suo “caratterino”.
Necessita, infatti, di un approccio abbastanza fermo, altrimenti sarà lui a dettare legge in casa.
È consigliabile seguire un corso di addestramento per imparare a comunicare meglio con il proprio cane e seguire un metodo appropriato.

pinscher nanoBen allevato è un cane fantastico

Un Pinscher Nano ben allevato ed educato è un cane meraviglioso, con una tempra media e un temperamento altissimo, molto affezionato al suo padrone, con il quale vorrà condividere ogni momento possibile.
Un cane curioso e vivace, sempre molto sicuro di sé, ma allo stesso tempo dolce e amorevole.
Adora muoversi, giocare, fare sport, sarà un asso anche in discipline come agility e obedience, flyball e molto altro.
Fosse per lui parteciperebbe anche a prove di “utilità e difesa”, si sente fortissimo e invincibile.

 

Ha coraggio da vendere e non teme nessuno, per questo motivo sa essere un intrepido cane da guardia, pronto ad abbaiare e avvisare il suo branco appena c’è qualcosa che non lo convince del tutto.

pinscher nanoAttenzione a: freddo e dieta

In effetti una cosa che teme c’è: il freddo.
Il pelo sottile e il poco grasso non gli offrono abbastanza protezione dalle temperature rigide.
E’ di vitale importanza dunque proteggerlo con cappottini adeguati e non lasciarlo in giardino quando le temperature si abbassano.
Un’ulteriore importante attenzione deve essere rivolta all’alimentazione:  tendono a ingrassare, specie i soggetti che hanno subito interventi di sterilizzazione.
Un Pinscher Nano in sovrappeso può soffrire di problemi all’apparato scheletrico, non in grado di sopportare troppo peso.

 

L’eleganza dello Zwergpinscher risiede proprio nella sua corporatura esile e slanciata.
Il pelo sottile e fine enfatizza le sue forme perfette e i suoi muscoli non troppo prorompenti, ma comunque definiti.
Rimpinzandolo di cibo si andrebbe a “storpiare” la linea di uno dei cani più eleganti del panorama cinofilo.

pinscher nanoPinscher: simile ma diverso

Nonostante il Pinscher sia un cane ricco di qualità, in Italia è ancora molto sconosciuto.
È un cane di media taglia molto simile allo Zwergpinscher, ma con un carattere leggermente differente.
A lui va il vanto di aver dato origine, appunto, allo Zwergpinscher e al Dobermann.
Il Pinscher si mostra più tranquillo, silenzioso e riflessivo del “cugino” più piccolo.
È un cane equilibrato e facilmente addestrabile, un fedele guardiano sempre vigile e attento.
Sin dalla prima apparizione ufficiale della razza, purtroppo, ben pochi colsero le qualità del Pinscher, tanto che nel 1958 rischiò di scomparire.
Pur essendo in Italia una perla rara, in America è molto diffuso e apprezzato.

pinscher nanoCompagno tascabile

Già all’inizio del XX secolo, il numero  dei Pinscher Nani era consistente e, nel 1925, il libro delle origini portava già non meno di 1300 iscrizioni di questa razza.
Delle diverse varietà di colore, come per il Pinscher, si selezionarono solo i cani di colore nero con focature più chiare e i monocolori da rosso a rosso-marrone.
Lo Zwergpinscher è un modello ridotto del Pinscher, esente da qualsiasi accenno di nanismo.
Elegante, il suo pelo raso mette in evidenza la sua costruzione nel quadrato.
È un cane sveglio, vivace, sicuro di sé, equilibrato.
Tutte qualità che fanno di lui un compagno piacevole sia come cane di famiglia che da compagnia.

Io lo conosco bene

Emilio Carini è il proprietario di una dolce vecchietta di Pinscher Nano di quattordici anni, Pimpa.
Come è entrata Pimpa a far parte della tua vita?
Sono passati più di quattordici anni, ma mi ricordo benissimo, un amico di famiglia aveva preso questo vivacissimo cucciolo di Pinscher Nano.
Dopo pochi mesi ha avuto un grave problema e non poteva più occuparsi di Pimpa.
Io mi sono offerto come adottante e ho accolto quell’adorabile cucciolo in casa.
Le nostre strade si sono incrociate quel giorno e dopo quattordici anni siamo ancora insieme.
Quali sono le esperienze più belle che avete condiviso?
In così tanti anni di convivenza non è facile scegliere, ma sicuramente posso citare alcuni viaggi o le estati passate in barca al mare o al lago.
Nonostante sia una piccola cagnolina ha fatto grandi cose e mi ha sempre accompagnato in diverse avventure.
Negli ultimi anni la vecchiaia si sta facendo sentire sia per lei che per me (soprattutto per me), quindi prediligiamo rilassarci.
Passiamo qualche giornata in più sul divano o facendo tranquille passeggiate.
Quali sono i pregi e difetti di Pimpa?
I pregi?
Sicuramente il carattere, la grande capacità di adattarsi a qualsiasi situazione e anche la taglia.
Quando ci capita di andare in luoghi dove i cani non sono ammessi, hanno fatto spesso qualche strappo alla regola per la sua piccola stazza.
I difetti, non saprei, faccio fatica a trovarli…
pinscher nano

La scheda

Aspetto generale

È il modello ridotto del Pinscher (taglia media).
È un cane di piccola taglia, alquanto elegante, esile e snello, la sua struttura è inscrivibile in un quadrato. Ha un’andatura sinuosa e leggera che gli conferisce un’aria molto raffinata.
Anche se può apparire delicato, è molto resistente e atletico.

Carattere

Vivace, pieno di energia, coraggioso, equilibrato e molto simpatico.
È un ottimo cane di famiglia che non perde mai la voglia di giocare sia con gli adulti che con i bambini.
Si rivela anche un’ottima sentinella, le sue piccole orecchie sono sempre all’erta.
Solitamente si dimostra riservato con gli estranei.

Cure

Il pelo sottile non necessita di cure particolari, una spazzolata saltuaria per rimuovere il pelo morto è sufficiente.
Non tollera le temperature rigide, quindi, è importante coprirlo e proteggerlo dal freddo con maglioncini e cappottini.

Salute

Gode di buona salute, abbastanza longeva come razza, il Pischer Nano non soffre di particolari patologie.

Sport

Adora giocare ed essere stimolato dal padrone, impara facilmente il riporto, ama fare passeggiate e corse.

Razza: Pinscher Nano
Origine: Germania
Impiego: cane da compagnia, cane da guardia
Taglia: da 25 a 30 cm
Peso: da 4 a 6 kg
Colore: rosso cervo, marrone scuro tendente al rosso o nero focato

Info:
Enci

di Giada Rigolli

© Riproduzione riservata