martedì , 14 agosto 2018

Home | Cani | Bassotto, un tenero salsicciotto

Bassotto, un tenero salsicciotto

Ha la forma di una salsiccia e un carattere decisamente focoso. Buffo, ma anche testardo e determinato come solo i tedeschi hanno saputo selezionare. Temerario e ardito, è un cane equilibrato, dinamico, indipendente e versatile.

Il carattere

Basso sugli arti e molto lungo, il Bassotto si fa in nove, tante sono infatti le sue razze: tre taglie (kaninchen, nano e standard) per tre tipi di mantello (corto, lungo e duro). Ma il primo fu il Bassotto standard a pelo corto e a lui faremo riferimento. Il più famoso di tutti è un personaggio delle filastrocche: il famoso Johnny, Bassotto poliziotto. Ma il suo carattere forte e curioso e un aspetto alquanto particolare l’hanno reso protagonista di tante avventure, reali e fantastiche.

Non fatevi ingannare dalle dimensioni: non è per niente un simpatico cagnolino da compagnia, nonostante se la cavi egregiamente anche in questo ruolo. È di piccola taglia, ma ha il carattere di un grande cane: determinato, curioso, coraggioso, dinamico e focoso, indipendente; ama le amenità ma ancor di più l’avventura. Il Bassotto è un cane dalla spiccata personalità, curioso e vigile, sempre all’erta anche quando sembra dormire sprofondato in un cuscino. Ama la vita all’aria aperta, la campagna e soprattutto il bosco con i suoi odori che risvegliano il lui il fiuto dell’antenato segugio.

Il Bassotto nasce nel Settecento, in Germania, dai segugi a gamba corta e l’intento è quello di creare un cane piccolo e leggero per setacciare il bosco per scovare i selvatici, stanarli nel caso si rintanassero e affrontarli. Di qui la sua geniale conformazione di cane basso sugli arti e con testa leggera, triangolare. E di qui anche il suo carattere forte, combattivo, pronto a prendere il comando in caso di necessità. Per essere ausiliare dell’uomo nella caccia il Bassotto doveva poi essere ubbidiente e dimostrare attaccamento al padrone. Tutte queste qualità le troviamo ancora oggi nei Bassotti moderni che devono parte del loro successo alla loro versatilità: sanno trasformarsi in un battibaleno da adorabili cagnolini da compagnia che sonnecchiano sul divano (con l’orecchio attento tuttavia ai rumori di casa, della quale sono ottimi guardiani) a simpaticissimi compagni nelle scampagnate.

La loro indole curiosa e investigatrice (il Bassotto poliziotto è un bel ritratto in questo senso) li porterà lontano da voi se lasciati liberi, quindi attenzione ad esser sicuri che rispondano al richiamo prima di sguinzagliarli in campagna. Hanno un ottimo senso dell’orientamento grazie al quale sanno ritrovare il punto di partenza. Ma è meglio tenerli sempre legati, magari con una lunghina (un guinzaglio particolarmente lungo) nelle passeggiate fuori città. Non sono disubbidienti, semplicemente l’impulso di seguire il naso è più forte di loro. Da personaggio qual è, il Bassotto non ama particolarmente i bambini, che invece lo adorano. Il suo rapporto con loro è di paziente sopportazione, finché non decide che basta e taglia la corda, non facendosi più prendere o trovare. Ancora per esperienza personale, potrei raccontare del carattere della mia bassotta prima dell’arrivo dei miei figli e del suo carattere ora, ma mi piacerebbe che fosse lei a raccontarvelo! Sono sicura che il suo punto di vista sarebbe molto divertente. Comunque, nonostante tutto, li adora, li difende e ci gioca… finché basta.

La razza

Selezionato per cacciare sia sopra-terra che in tana, dalla prima razza (quella standard a pelo corto) ne vennero poi fatte nascere ben nove: dall’incrocio con i piccoli Spaniel tedeschi nacque il pelo lungo, mentre da quello con gli Schnauzer e, probabilmente, lo Scottish Terrier derivò il pelo duro. Ma non è solo il mantello a far la differenza, bensì anche la taglia che, per una volta, non si misura in altezza al garrese, ma in circonferenza toracica: fino a 30 cm per il più piccolo Kaninchen, fino a 35 cm per il Nano e oltre 35 cm per lo Standard (ma non deve pesare più di circa 9 kg).

Razze affini

Il Bassotto Tedesco non ha tante razze affini; tuttavia, si possono individuare alcuni cani che lo ricordano seppure in maniera vaga. Il Deutsche Jagdterrier, razza nata agli inizi del XX secolo, ha come base il Terrier britannico, ma a esso è stato aggiunto anche sangue tedesco (tra cui, pare, anche quello di Bassotto); leggermente allungato, coperto solo da pelo forte, più alto al garrese rispetto al Bassotto Tedesco, lo Jagdterrier avrebbe in comune una parte di sangue del Bassotto e una vaga somiglianza se raffrontato al Bassotto Tedesco a pelo forte. Molto più affine al Bassotto è il Segugio della Westfalia, detto anche Bassetto della Westfalia, di origine tedesca; simile al Bassotto nella conformazione generale, si distingue in particolare per i colori e per la varietà del pelo (una sola nel Bassetto della Westfalia). Ancora affine è l’Alpenlaendische Dachsbracke, stavolta “cugino” austriaco del Bassotto Tedesco; simili nella conformazione generale, l’austriaco risulta più robusto del Bassotto e con una sola varietà di pelo (corto), mentre accomuna le due razze il colore del mantello, per entrambe rossiccio e nerofocato (ma nel segugio austriaco il rosso è anche carbonato!).

Pelo e carattere: In genere, il Bassotto a pelo lungo è il più tranquillo, dolce e coccolone, quello a pelo duro è più rustico, con un’indole più venatoria rispetto agli altri, mentre quello a pelo corto è una via di mezzo tra le prime due.

Come si misura la taglia: La taglia si misura in circonferenza toracica e peso: fino a 30 cm per il più piccolo Kaninchen (deve avere almeno 15 mesi), fino a 35 cm per il Nano e superiore a 35 cm (peso limite circa 9 kg) per lo Standard.

Colori del mantello: I colori più diffusi sono fulvo o nero focato nel pelo corto; color cinghiale nel pelo duro e rosso mogano nei peli lunghi. Ma lo standard ne ammette altri anche molto curiosi e affascinanti: come l’arlecchino (fondo scuro con macchie chiare), il cioccolato, il bicolore (con focature color ruggine o gialle), il tigrato (che è diverso dall’arlecchino per il disegno delle macchie che qui sono striature) e tra gli unicolore c’è l’isabella, chiamato “foglia secca”.

Le caratteristiche fisiche

Cane basso con orecchie piatte, arti potenti e testa leggera, dal carattere forte e combattivo.

  • Testa: allungata e con tendenza a restringersi verso il tartufo, la canna nasale è leggermente arcuata; lo stop è poco marcato
  • Linea inferiore del tronco: il torace è ovale, disceso fino a metà avambraccio e molto lungo; il ventre è retratto
  • Orecchie: attaccate alte, inclinate all’indietro, piatte, mobili e con il lato anteriore a contatto con la guancia
  • Tartufo: asciutto, cesellato e con narici bene aperte
  • Occhi: di media grandezza e di forma ovale, danno vivacità allo sguardo e lo fanno apparire un cane amichevole
  • Collo: di buona lunghezza, muscoloso, asciutto, senza giogaia e tale da dare alla testa un portamento fiero
  • Linea superiore del tronco: il dorso corto si prolunga verso il garrese, le reni sono corte e leggermente arcuate e la groppa è lunga, compatta e poco inclinata
  • Zampe: gli arti anteriori muscolosi, devono essere ben sviluppati e dotati di ossatura solida e muscoli potenti; quelli posteriori, se visti da dietro, devono essere paralleli e dotati di muscoli compatti e sodi CODA: attaccata alta, come prolungamento della linea dorsale

  • Razza: Bassotto Tedesco Standard
  • Origine: Germania
  • Impiego: cane da caccia e da compagnia
  • Classificazione f.c.i.: gruppo 4, Bassotti
  • Taglia: sopra i 35 cm di torace, fino a 10 kg di peso
  • Carattere: Il Bassotto Tedesco è un cane curioso, vivace, coraggioso e dotato di forte senso del territorio.
  • Mantello: Il Bassotto a pelo corto deve mostrare un mantello fitto e forte, brillante, liscio e aderente al corpo; il pelo duro ha un mantello ispido, uniformemente fitto e ben aderente, dotato di sottopelo, il muso mostra una barba pronunciata e sopracciglia cespugliose. Il Bassotto a pelo lungo presenta un mantello liscio e brillante, dotato di sottopelo, aderente, si allunga sotto il collo, nella parte inferiore del corpo e raggiunge la sua massima estensione nella parte inferiore della coda, dove forma una frangia a bandiera.
  • Cure: Molto robusto e resistente, il Bassotto Tedesco è un cane molto longevo, può durare anche fino a 17 anni di età; da tenere sotto controllo l’alimentazione: completa e di giusta quantità. Il Bassotto Tedesco necessita di movimento a tutte le età, in particolare in fase di sviluppo per la corretta formazione dei muscoli che lo aiuteranno a sorreggere la schiena. Quando è cucciolo è bene evitargli movimenti bruschi, come salti da sedie o gradini, e sforzi eccessivi che possono influire negativamente sulla schiena.

Dona il 5×1000 a Cuor di Pelo Rescue Bassotti

Ogni Bassotto in difficoltà è un amico da salvare, curare, rimettere in sesto e al quale trovare una famiglia che lo adotti per sempre. Fin dalla sua fondazione, l’associazione “Cuor di Pelo onlus Rescue Bassotti” aiuta Bassotti e simil-Bassotti che necessitano di cure per disabilità più o meno gravi, Bassotti che vivono in condizioni impietose, Bassotti che vengono gettati via come regali sgraditi. A ognuno di loro, Cuor di Pelo onlus fornisce cure e assistenza sanitaria, una cuccia calda in strutture selezionate o in stallo casalingo in abitazioni dei soci, pasti regolari, oltre a medicine, sterilizzazioni e interventi chirurgici. Cuor Di Pelo onlus Rescue Bassotti può ricevere il “5 per mille”, basta comunicare al commercialista o al Caf il suo codice fiscale: 97843780582. (l’indicazione del 5 per mille si può riportare sulla dichiarazione dei redditi Modello Unico, o Modello 730 o compilando un prospetto del Cud da restituire firmato al dator e di lavoro).

di Sofia Golden

© Riproduzione riservata