domenica , 23 settembre 2018

Home | Cani | Animali e anziani, binomio perfetto
cani e anziani

Animali e anziani, binomio perfetto

I benefici che un quattrozampe può dare, in particolar modo alle persone anziane, sono molteplici. I cani sono senza dubbio animali impegnativi, tuttavia studi recenti dimostrano che il miglior amico dell’uomo rappresenta un vero e proprio toccasana per la mente e per il corpo, consentendo di “conservarsi” meglio e vivere più a lungo. Ma quali sono i reali vantaggi che l’adozione di un cane comporta?

Vincere la solitudine

La presenza di un peloso in casa aiuta sicuramente ad affrontare con maggiore serenità e superare i momenti di solitudine, spesso insiti nella vita degli anziani.

Memoria verbale e prospettica

La compagnia degli animali garantisce anche benefici per la mente e tutte quelle funzioni cognitive che con il tempo tendono a perdere colpi. Tra queste è possibile annoverare tutte le attività esecutive, tra cui la progettazione, l’organizzazione e lo svolgimento di un dato compito, la memoria nozionistica, quella prospettica, come ricordarsi di fare qualcosa in futuro e la gestione delle emozioni.

L’interazione con un cane necessita, infatti, di schemi affettivi e comportamentali diversi da quelli umani, costringendo a dosare la propria intensità emotiva. Una controindicazione, talvolta, consiste però nell’eccessivo attaccamento al peloso da parte del proprietario, che potrebbe sfociare in ansia o depressione.

Attività fisica

Un cucciolo esuberante è difficile da gestire, soprattutto per una persona che abbia raggiunto una certa età. Un cane adulto, invece, pur richiedendo maggiore prestanza fisica per le passeggiatine all’aperto, permette un impegno quotidiano più soft, utilissimo per mantenersi in forma e non stancarsi troppo.

© Riproduzione riservata