mercoledì , 16 agosto 2017
Home | Gatti | Razze | Turco Van: il gatto che nuota
turco-van

Turco Van: il gatto che nuota

Razza: Turco Van
Origine: Lago di Van, Turchia
Peso: dai 5 agli 8 kg
Temperamento: vivace, intelligente, leale, affettuoso e indipendente

Il mondo dei gatti non finisce mai di stupire. Pensate che detestino l’acqua ? Vi sbagliate: in molti casi è vero, ma non sempre, perché alcuni di loro sono anche capaci di nuotare e pescare. Proveniente dalla zona del Lago di Van, nella Turchia sud orientale, questo robusto micione dall’inconfondibile mantello bianco candido, con fiamme rosso-dorato o crema alla base delle orecchie e una folta, soffice coda dello stesso colore, ad anelli alternati in chiaro-scuro, è un felino davvero speciale.

Nel suo paese di origine il Turco Van viene chiamato ‘gatto nuotatore’ ed è anche conosciuto come ‘gatto di Allah’, perché la leggenda narra che il Profeta, per salvarlo dalla fame provocata da una moria di pesci, abbia appoggiato una mano sulla sua testa e l’altra sulla coda, lasciando sul soffice mantello bianco-gesso un’ indelebile impronta rossa.

Impegno e cure

Indipendente, esuberante, di forte temperamento, il Turco Van non si piega facilmente alle regole del bon ton felino. Dovrebbe avere a sua disposizione almeno una piccola vasca di acqua in cui poter giocare liberamente. Abilissimo pescatore in natura, adora il pesce, che deve essere spesso presente nella sua dieta, non troppo pesante e ricca di carne.

E’ il gatto ideale per chi ha un bel giardino e può quindi permettergli di stare all’aperto, per chi cerca un animale divertente e ‘di carattere’, per chi è disposto a sopportare con pazienza qualche piccolo incidente domestico (per esempio un micio che, tutto bagnato, salta sul divano o sulla scrivania dello studio).

E’ un bel gattone robusto, che può stare tranquillamente all’aperto, perché non soffre né il freddo invernale, né l’afa dell’estate

Socialità del Turco Van

Il Turco Van è un compagno affettuoso e intelligente, che ama la vita tra le mura domestiche. Il massimo per lui ? Una bella casa con tanto di giardino e piscina o, meglio ancora, con la vasca dei pesci (che avrebbero però vita molto breve). Ha una vera passione per l’acqua: la cerca e vi si immerge senza il minimo timore, vi butta tutto quello che trova per poi tuffarsi a ‘ripescare la preda’. E, se non ha a disposizione niente di meglio, è anche capace di saltare nella ciotola dell’acqua da bere.

Il Turco Van è molto agile e giocherellone anche in età avanzata, rincorre qualunque cosa si muova, segue il padrone in ogni suo movimento e ‘parla’ di continuo. Scaltro e intelligente, di temperamento vivace e focoso, gradisce molto la compagnia delle persone e detesta rimanere solo. Avendo una forte personalità è però assai permaloso e si offende moltissimo quando viene sgridato o punito.

E’ un compagno perfetto per le persone sole (non sopporta però di restare fermo a lungo, quindi non ama stare in braccio a farsi coccolare) o per i bambini che vogliono un amico con cui giocare (poiché giocando e per manifestare il suo affetto tende facilmente a mordicchiare, non va però messo a contatto di bambini molto piccoli). E’ invece assolutamente inadatto a chi desidera un tranquillo ‘animale da grembo’, a chi vive in una casa-bomboniera, alle persone insofferenti e nervose, alle famiglie che ospitano altri gatti. Le cose possono andare un po’ meglio con un cane, purché disposto a lasciarsi dominare completamente, diventando lo schiavo fedele del prepotente felino.

Se viene molestato, può diventare  piuttosto aggressivo, il che talvolta costituisce un problema dal veterinario oppure alle esposizioni.

Mantello

Il mantello è bianco puro immacolato su tutto il corpo, con una macchia di colore rosso o bruno rossiccio alla base di ogni orecchio, con una fiamma bianca centrale, e anelli netti, ben separati, dello stesso colore su tutta la lunghezza della coda; semilungo, impermeabile, soffice e non troppo aderente al corpo, di tessitura dolce e setosa, senza sottopelo lanoso, ma con calzoni e abbondante collare, è più corto in estate e completamente sviluppato a partire dal secondo inverno. Questo è il risultato di un naturale adattamento climatico, perché la terra da cui proviene è molto fredda d’inverno e caldissima d’estate.

Sono accettate anche macchie sulle zampe e sulla schiena, ma le zone colorate non devono mai superare il 20%, testa e coda comprese. La tonalità più comune è quella rosso scuro, ma sono possibili anche il crema e il tortie.

 

Di Giulia Settimo

Foto  ©Linn Currie/Shutterstock

About QZlife

Potrebbe interessarti

Scegliere un gatto

Scegliere un gatto: quale sarà il più adatto?

Una scelta consapevole, sicura e definitiva, grazie a un’attenta lettura del loro comportamento in base alla razza.