martedì , 25 aprile 2017
Home | Gatti | Razze | Scottish Fold: il gatto con la “cuffietta”
scottish-fold

Scottish Fold: il gatto con la “cuffietta”

Razza: Scottish Fold
Origine: Scozia, 1960-1970
Ascendenza: comuni gatti di strada, di fattoria, di casa
Peso: 4 – 5 kg la femmina, 7 – 8 kg il maschio
Ibridazioni: British Shorthair, Straight
Temperamento: equilibrato, estremamente docile e fiducioso

Robusto e tarchiatello, con la testa arrotondata, le guanciotte paffute e dolcissimi occhioni rotondi, che paiono sempre sgranati, lo Scottish Fold ha proprio l’aspetto di un grazioso bambolotto.

Il nome Fold deriva dalla parola inglese folded, che significa piegato, questo perché  i cuccioli di questa razza, che alla nascita hanno orecchie del tutto simili a quelle degli altri gattini,  intorno alle tre-quattro settimane cominciano a piegarle in avanti, nella posizione del loro tipico ‘berretto’.

Impegno e socialità dello Scottish Fold

Anche il carattere di questo piccolo felino è perfettamente intonato al suo aspetto: mite, equilibrato e saggio, estremamente docile, fin troppo fiducioso, ha tutte le carte in regola per rappresentare il candore e l’innocenza nel mondo felino.

Affettuosissimo e molto legato al padrone, lo Scottish Fold soffre un po’ la solitudine e non può stare troppo tempo lontano da lui. Attento e intelligente, capace di adattarsi perfettamente alla vita casalinga, partecipa intensamente alle attività di tutta la famiglia, anche se di solito manifesta la sua preferenza per una persona in particolare, a cui riserva speciali affettuosità e lunghi ‘discorsi’. “È troppo simpatico”, commenta la proprietaria di un giovane maschio, “con quelle buffe orecchiette che sembrano tortellini è davvero irresistibile. È un gatto coccolone e, soprattutto, molto ‘vocale’: ‘discute’ a lungo e animatamente, in modo da farsi capire per bene. Più che adattarsi alle abitudini della famiglia, ci ‘insegna’ come imparare ad assecondare le sue”.

Le sue attività preferite? Dormire al calduccio, sul letto, riposare sul divano e schiacciare un pisolino in qualunque posto comodo della casa. A parte ciò, si abbandona molto volentieri al gioco, si lascia coccolare di buon grado e, naturalmente, fa le fusa con grandissimo impegno.

Ama vivere in un ambiente tranquillo e sereno, ma sopporta benissimo anche i viaggi, sistemato nel suo trasportino (se si inizia quando è ancora molto giovane, non è difficile abituarlo perfino al guinzaglio). Pur essendo piuttosto abitudinario e amante del comfort domestico, se ne ha l’occasione può rivelarsi un abile cacciatore, lanciandosi all’inseguimento di farfalle, uccellini e piccoli roditori.

Ha un ottimo rapporto con tutti, accetta di buon grado la convivenza con altri animali e con i bambini, purché non troppo scatenati, perché detesta i rumori improvvisi e i bruschi sbalzi di umore dei suoi ‘parenti adottivi’ (come del resto gran parte dei gatti). Non graffia mai e di solito non ha neppure l’abitudine di “farsi le unghie”, che in alcuni casi vanno proprio tagliate, per evitare che possano incarnarsi nel polpastrello.

Cure mediche

Le orecchie, piccole, ripiegate e aderenti alla testa, richiedono maggiori attenzioni e cure rispetto ad altre razze; non sono comunque più soggette che negli altri gatti a forme di otite o parassiti auricolari.

Cura del pelo dello Scottish Fold

Il suo mantello, ricco e folto, non necessita di cure particolari se non nel periodo della muta, molto abbondante, quando è necessario spazzolarlo accuratamente almeno due-tre volte la settimana.

Di Giulia Settimo (Riproduvione vietata)
Foto © Onishchenko Natalya/Shutterstock

Potrebbe interessarti

Scegliere un gatto

Scegliere un gatto: quale sarà il più adatto?

Una scelta consapevole, sicura e definitiva, grazie a un’attenta lettura del loro comportamento in base alla razza.