mercoledì , 16 agosto 2017
Home | Gatti | Razze | Somalo: piccolo puma da salotto
gatto-somalo

Somalo: piccolo puma da salotto

Razza: Somalo
Origine: Canada e Stati Uniti, 1963
Ascendenza: Abissino
Peso: da 3,5 a 5,5 kg
Ibridazioni: nessuna
Temperamento: vivace, estroverso e socievole

Sguardo intenso e fiero, movenze fluide e misteriose, pelliccia caratterizzata dal ticking – un’alternanza di diverse bande chiare e scure su ogni singolo pelo che produce riflessi lucenti e vibranti – fanno pensare ai grandi felini selvatici, ma l’indole docile e affettuosa fa di lui un perfetto gatto domestico, dolcissimo, vivace espansivo e molto sensibile.

Non per niente, la razza deriva da una mutazione a pelo lungo dell’Abissino, di cui conserva caratteristiche fisiche e comportamentali, con l’unica differenza di un morbido e soffice mantello.

Impegno e socialità del Somalo

Altrettanto simpatico, allegro e giocherellone del ‘cugino’ a pelo corto (l’Abissino), il Somalo ama molto essere al centro dell’attenzione e partecipa intensamente alla vita della famiglia, comportandosi quasi come un cagnolino (se abituato fin da piccolo impara anche a camminare al guinzaglio).

Agilissimo e atletico, ma al tempo stesso delicato, è capace di spiccare balzi acrobatici senza provocare danni: adora sistemarsi in cima alla libreria del soggiorno o sui pensili di cucina, per osservare dall’alto ciò che accade sotto di lui. Appena può si piazza sulle spalle del padrone, per seguirne da vicino tutte le attività.

Ha una personalità spiccata ed è piuttosto cocciuto, perciò bisogna saperlo educare con una certa fermezza. E’ intelligente e vivace ed ha bisogno di vivere in un ambiente ricco di stimoli. La sua curiosità è proverbiale e la voglia di giocare lo accompagna per tutta la vita (il gioco è per lui una fonte di piacere insostituibile), insieme alla capacità di imparare.

Apprezza moltissimo la compagnia di adulti e bambini: pur privilegiando di solito un solo componente della famiglia, nell’elargire il suo affetto non trascura nessuno. Perfino un esemplare già adulto sarà prontissimo ad affezionarsi alle persone capaci di dargli le attenzioni di cui ha bisogno. Adora stare al centro dell’attenzione, ha una forte personalità e per questo i rimproveri non lo condizionano.

Estroverso e socievole, convive senza problemi con gli altri gatti e con i cani di casa. Quando gli capita di rimanere solo in casa, se ne sta tranquillo ad aspettare, senza fare danni o dispetti e, quando poi arrivano i suoi familiari, li accoglie con grandi manifestazioni di affetto, salutandoli con una voce dolce e discreta (anche nel periodo del calore).

A poche settimane di vita, i micini giocano già tra loro, si nascondono, si accucciano, strisciano e si buttano con grinta su tutto ciò che si muove. Spinti dalla loro inesauribile curiosità, dedicano molto tempo all’esplorazione di ogni angolo: in questa fase bisogna fare una certa attenzione, perché sono piuttosto spericolati e hanno un vero talento naturale per cacciarsi nei guai.

Dal compimento del terzo mese in poi potranno entrare a far parte di una nuova famiglia: allevati con amore, disponibilità e interesse, diventeranno sicuramente compagni di vita ideali, allegri e affettuosissimi, ma un gattino Somalo che si sentisse invece trascurato nelle sue esigenze di compagnia e di gioco, potrebbe rivolgere verso dispetti e marachelle tutta l’energia, la straordinaria intelligenza e l’inesauribile fantasia di cui è dotato.

Cure mediche

Il gatto Somalo teme il freddo invernale e l’umidità e ama le temperature miti.

Cura del pelo

Soffice e setoso, non necessita di cure eccessive: basta una bella spazzolata due o tre volte la settimana, con particolare attenzione alla gorgiera e alla coda; è opportuno passare delicatamente con un pettinino anche i ciuffetti alle orecchie, molto apprezzati in mostra.

Di Giulia Settimo (riproduzione vietata)
Foto  © JuliaSha/Shutterstock

About alessandraa

Potrebbe interessarti

Scegliere un gatto

Scegliere un gatto: quale sarà il più adatto?

Una scelta consapevole, sicura e definitiva, grazie a un’attenta lettura del loro comportamento in base alla razza.