mercoledì , 26 aprile 2017
Home | Gatti | Exotic Shorthair: un tenero birbante
Exotic Shorthair

Exotic Shorthair: un tenero birbante

L’Exotic Shorthair soprannominato anche ‘Persiano in minigonna’ o ‘Persiano in pigiama’ è di fatto una copia del più vistoso ‘cugino’ a pelo lungo.

Si tratta di una razza relativamente nuova, nata alla fine degli anni ’50 dall’incrocio American Shorthair e Persiano.

In particolare, sembra che i primi esemplari dell’Exotic Shorthair siano stati ottenuti più o meno per caso, tra gli anni ‘50 e ‘60, da un’allevatrice americana che aveva incrociato il Persiano con il Burmese per ottenere un esemplare color cioccolato.

L’esperimento fallì, ma dall’ibridazione nacquero alcuni cuccioli deliziosi, con un irresistibile aspetto da orsacchiotti.

Far nascere il Persiano a pelo corto non fu poi così semplice: si tentarono diversi accoppiamenti (con Blu di Russia e British), ma i risultati migliori si raggiunsero con l’American Shorthair.

Da questa ibridazione derivano all’Exotic, oltre al corpo, alle zampe, alla coda grossi e tozzi, la testa rotonda, in cui spiccano gli occhioni vivi, brillanti e un po’ sporgenti.

La sua espressione infantile, da tenero orsacchiotto, è forse la principale ragione della sua crescente popolarità, insieme al mantello corto, ma straordinariamente folto, spesso, vaporoso e a un carattere altrettanto ‘morbido’.

Exotic Shorthair: deve essere “perfetto”Exotic Shorthair

Gli appassionati sostengono che, se nel Persiano l’abito ‘da sera’ può anche nascondere qualche piccola imperfezione, un bell’esemplare di Esotico deve essere perfetto: tondo, brevilineo e muscoloso.

Nato da una selezione accurata, questo gatto ha un carattere estremamente domestico, calmo e tranquillo, mai aggressivo. Difficilmente si agita e disturba, anche nel periodo del calore.

Più giocherellone e intraprendente del ‘cugino’ a pelo lungo, l’Esotico è comunque piuttosto pigro: un casalingo nato, amante delle comodità.

Affettuosissimo, estroverso e socievole – sia con le persone, sia con gli altri gatti e con i cani di casa – è un perfetto animale da compagnia, dolcissimo con gli anziani e paziente con i bambini, sempre disposto a farsi coccolare.

Miagola poco, ma sa farsi capire benissimo con il suo sguardo espressivo.

Vivace, ma giudizioso, dolce e disponibile, è legatissimo al padrone, senza però essere possessivo e invadente.

Equilibrato, rilassato, estremamente sensibile, capisce subito se qualcuno ha bisogno di aiuto, perciò viene spesso scelto anche per programmi di pet therapy.

Solo gli esemplari colourpoint, portatori del gene himalayano, hanno un carattere un po’ più esuberante.

I cuccioli – davvero bellissimi, con la folta pelliccia sfumata e incredibili occhioni blu cielo – sono molto svegli e un po’ monelli, ma crescendo tendono a diventare anche loro piuttosto calmi e tranquilli.

Va spazzolato una volta a settimana

Exotic ShorthairPur non necessitando di cure come il Persiano, anche l’Exotic Shorthair va comunque spazzolato e pettinato almeno una volta la settimana (più spesso nel periodo della muta), per rimuovere accuratamente il ricco sottopelo del suo mantello.

Andrebbe anche abituato fin da piccolo al bagno, due-quattro volte l’anno, nei periodi di muta.

I grandi occhi un po’ sporgenti hanno una forte tendenza alla lacrimazione e tutti i giorni devono essere puliti delicatamente, con una garzina leggermente imbevuta di acqua tiepida.

Come il Persiano, questo gatto è molto docile e si sottopone serenamente a tutte le operazioni di pulizia.

L’allevatore racconta

Marcella Marenco, insieme a suo marito Massimo, alleva gatti Exotic Shorthair con l’affisso One-O-One.

Come mai ha scelto di allevare proprio questa razza?

Mia mamma mi ha insegnato ad amare i gatti fin da bambina. Circa 20 anni fa ho iniziato ad allevare Exotic Shorthair, dopo averli visti per la prima volta da un amico e collega. Trovo che questa sia una razza davvero speciale, perché racchiude in sé la dolcezza e la tenerezza del Persiano abbinate a un carattere decisamente più giocoso e perfino un po’ monello.

A chi consiglierebbe di adottare questo gatto?

È un felino molto gentile e affettuoso, perciò adatto a chiunque. Se vi capiterà di vivere con un Exotic Shorthair, vi renderete conto che è come avere in casa un piccolo, dolcissimo clown, perché questo gatto ‘sorride’ sempre ed è un gran coccolone, letteralmente ‘innamorato’ del suo padrone.

Quali sono state le sue maggiori soddisfazioni come allevatrice?

Senza dubbio i magnifici risultati espositivi ottenuti dai gatti che alleviamo con grande amore e attenzione: nel 2000 una nostra femmina ha ottenuto il titolo di National Best Division, migliore di razza al mondo.

 

 

 

A cura di di Giulia Settimo
Foto prese da Shutterstock.com
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbe interessarti

Exotic Shorthair

Exotic Shorthair: identikit di un gatto sensibile e socievole

Equilibrato, rilassato, estremamente sensibile, capisce subito se qualcuno ha bisogno di aiuto.