sabato , 16 dicembre 2017

Home | Gatti | Razze | Ragdoll: un amore di gatto
Ragdoll

Ragdoll: un amore di gatto

Razza: Ragdoll
Origine: Stati Uniti, 1960-1970
Ascendenza: incerta
Peso: 4-5 chili la femmina, 8-9 chili il maschio
Ibridazioni: nessuna
Temperamento: affettuosissimo, affidabile e rilassato

Tanto imponente e massiccio, quanto dolce e gentile, molto apprezzato in America e in Australia per queste sue caratteristiche, il Ragdoll è ancora relativamente raro nel nostro paese, dove sta conquistando crescente popolarità.

Il celebre zooantropologo Desmond Morris descrive così il suo temperamento, straordinariamente docile e tranquillo: “Se lo si prende in braccio, rimane molle come una bambola di pezza ed è talmente placido, che dà quasi l’impressione di essere sempre drogato. Sembra che niente possa scuoterlo o preoccuparlo. È l’hippy del mondo dei gatti e non c’è quindi da stupirsi se venne allevato per la prima volta in California !”

Socialità del Ragdoll

Con i suoi modi garbati, l’innocenza disarmante, il candore ‘infantile’ del carattere, la vocina delicata e melodiosa, l’espressione addirittura angelica degli occhi azzurro cielo, questo bellissimo micione è davvero speciale.

A tutti i gatti piace farsi accarezzare, ma in fatto di coccole lui è assolutamente imbattibile: adora essere tenuto in braccio a pancia in su e il suo stesso nome – Ragdoll (dall’inglese rag, cioè cencio, pezza, e doll, bambola) – allude proprio al fatto che, quando viene preso tra le braccia e accarezzato, si rilassa completamente, rimanendo docile e inerte come un morbido pupazzo.

Grazie alla sua indole fiduciosa, mite e tollerante, convive senza problemi con cani e altri gatti: se qualcuno cerca la rissa, lui sparisce silenziosamente, per farsi rivedere solo quando l’atmosfera si è deltutto rasserenata. Buono e remissivo, ma non certo tonto o stupido, è anzi intelligente, facilmente educabile e capace di adattarsi alle situazioni più disparate, molto giocherellone, con buone attitudini all’addestramento.

Discreto anche nel periodo del calore, non manifesta neppure la tendenza a marcare il suo territorio con spruzzi di urina. Per le sue caratteristiche comportamentali, il Ragdoll si può considerare l’animale da compagnia ideale, soprattutto per chi vive solo e vuole avere qualcuno da coccolare, per le persone anziane e per i bambini (purché capaci di rispettarlo e di non approfittare della sua estrema gentilezza). La grande socievolezza e la non aggressività lo rendono adattissimo anche ai programmi di pet therapy: se vede una persona triste o depressa, cerca in tutti i modi di confortarla, anche solo con la sua silenziosa presenza.

Calmo ed equilibrato, capace di grandissima dedizione, ma psicologicamente dipendente dai suoi compagni umani, pur di non separarsene, si lascia perfino portare al guinzaglio, viaggia senza creare problemi e si adatta con facilità ai cambiamenti ambientali.

Impegno

Selezionato per vivere in compagnia dell’uomo, soffre moltissimo la solitudine, ha bisogno di coccole e contatto fisico, di un ambiente sicuro e protetto.

Poco incline alla caccia, educato e silenzioso, il Ragdoll è fatto per la vita in appartamento. Fuori casa va invece sorvegliato con attenzione perché, oltre a essere piuttosto imprudente e lento di riflessi, difficilmente reagisce anche incaso di aggressione da parte di altri animali o di ‘rapimento’.

Ama il contatto fisico ed è tanto amorevole ed espansivo, da diventare qualche volta perfino un po’ appiccicoso e permaloso: se non riceve le attenzioni desiderate si offende e si avvilisce moltissimo. Va quindi caldamente sconsigliato a chi cerca un felino fiero e indipendente, capace di cavarsela in qualsiasi situazione, o un abile cacciatore di topi, da tenere magari all’aperto. Non è neppure adatto a chi trascorre tutta la giornata fuori casa, a chi non vuole essere seguito passo passo (anche in bagno!) da una palla di pelo sempre pronta a saltare in braccio, con la speranza di una lunga seduta di coccole.

Pelo del Ragdoll

La toelettatura del Ragdoll non è particolarmente impegnativa: per mantenere lo splendore del suo mantello semilungo basta una bella spazzolata duetre volte la settimana, soprattutto nel periodo della muta.

Cure mediche de Ragdoll

Tendenzialmente sano e robusto, non ha particolari problemi di salute: basta prestare una certa attenzione alla sua dieta, perché è goloso e tende a ingrassare.

 

Di Giulia Settimo (Riproduzione vietata)

Foto di Roberto Della Vite