mercoledì , 22 novembre 2017
Home | Gatti | Il progetto Diana per ridurre le colonie feline a Roma
sterilizzazione colonie feline

Il progetto Diana per ridurre le colonie feline a Roma

Le fughe dalla propria abitazione, l’incontrollata nascita di cuccioli da gatte non sterilizzate e gli abbandoni, sono le cause principali che incrementano le colonie feline nelle città italiane.

Nella Capitale muoiono ogni anno migliaia di baffuti randagi, spesso di stenti, altre volte in seguito a tragici incidenti.

Difesa Animali Natura e Ambiente onlus

L’associazione DIANA (Difesa Animali Natura e Ambiente) contrasta il randagismo a Roma, preoccupandosi di tutelare i diritti degli amici felini e assicurare loro tutte le cure necessarie, soprattutto nel periodo in cui si registra un maggior numero di nascite. Dalla primavera all’autunno, infatti, queste piccole creature si moltiplicano e parallelamente la morìa non accenna a fermarsi.

Progetto riduzione nascite

gatti

DIANA cerca di ridurre drasticamente il numero delle nascite dei mici con la sterilizzazione, l’unica pratica veramente efficace contro il randagismo.

I vantaggi offerti dall’operazione sono diversi. Nelle femmine, ad esempio, previene l’insorgere del tumore all’utero, nei maschi del tumore ai testicoli.

La sterilizzazione tende inoltre a ridurre drasticamente il rischio di infezioni e malattie virali, come l’immunodeficienza felina (Fiv) e la leucemia dei gatti (Felv), facilmente trasmissibili attraverso la lotta o l’accoppiamento. Per non parlare della minor incidenza di inconvenienti igienico sanitari.

I gatti saranno prelevati e poi sterilizzati, riportati infine nella colonia di appartenenza. Durante l’anestesia verrà effettuata l’apicectomia auricolare, utile per il riconoscimento dei gatti su cui è già stato praticato l’intervento.

I risultati raggiunti saranno pubblicati sulla pagina Facebook dell’Associazione.