venerdì , 20 aprile 2018

Home | Attualità | Sempre più gatti nelle famiglie UK

Sempre più gatti nelle famiglie UK

La Pet Food Manufacturers’ Association ha pubblicato uno studio sugli animali domestici delle famiglie inglesi, sfatando lo stereotipo del gatto, visto come animale prettamente preferito dalle donne e la seconda scelta in caso di famiglia.

Lo studio

L’associazione ha svolto un sondaggio su 8.000 famiglie, dai risultati è emerso che:

  • 13 milioni di famiglie (il 45% delle famiglie del Regno Unito) hanno un animale domestico
  • 600.000 famiglie in più quest’anno hanno un animale domestico
  • 5 milioni di famiglie possiedono un gatto (75.000 in più rispetto all’anno scorso)
  • 6,6 milioni di famiglie possiedono un cane (300.000 in più rispetto all’anno scorso)
  • 4,4 milioni (53%) di famiglie con bambini possiedono un animale domestico
  • Il 28% delle famiglie britanniche con figli ora possiede un cane, rispetto al 24% dello scorso anno
  • 2,3 milioni di famiglie hanno un bambino e un cane rispetto ai 2 milioni dell’anno scorso

Dai dati emerge che certamente il cane rimane l’animale più amato dalle famiglie con bambini, ma la crescita del numero di gatti è notevole. La popolazione felina è cresciuta di 380.000 unità negli ultimi due anni, a fronte di 240.000 cani.

È possibile che la popolarità dei gatti sia aumentata anche in funzione di recenti vicende legate ai personaggi dello spettacolo: dal conduttore Russel Brand con il suo gatto Morrissey a Ed Sheeran con Graham, un piccolo randagio, che ora ha un account Twitter (Graham the Kitten) con 66.900 follower.

I gatti in Italia

Secondo il rapporto Assalco del 2017 in Italia ci sono 60 milioni di animali domestici. I più numerosi sono i pesci e gli uccellini, poi 7 milioni di cani e circa 7,5 milioni i gatti, mentre gli altri piccoli mammiferi arrivano a 1,8 milioni; i rettili sono circa 1,3 milioni.

La maggior parte dei pet cittadini sono gatti e molti vivono con un proprietario single. Il gatto continua a essere percepito come animale semplice da gestire, che richiede poco impegno e che può rimanere in casa da solo. Una percezione alterata della realtà, in quanto i felini richiedono attenzione, hanno bisogno di giocare e di avere interazioni con il padrone, specie se sono soli in casa, senza altri simili con cui distrarsi.

 

Fonte: Families and Pets 2018

© Riproduzione riservata