mercoledì , 22 novembre 2017
Home | Esperti | Cisti prostatica nel cane: come intervenire?
cisti prostatica cane terapia

Cisti prostatica nel cane: come intervenire?

Un lettore ha scritto al dott. Arrighi per avere informazioni sulla terapia da adottare in caso di cisti prostatica nel cane.

Salve,
ho un bulldog inglese di 4 anni che da almeno dieci gg mi fa di continuo pipì in casa, cosa che non faceva prima.
Dopo consulto veterinario, tramite ecografia, abbiamo riscontrato che sono presenti delle cisti prostatiche, il veterinario mi ha consigliato la castrazione.
È l’unica terapia possibile secondo lei?
Attendo consigli.
Grazie e buona serata.

La risposta del dott. Arrighi

Salve.
Le cisti prostatiche non sono rare in cani “di una certa età”. Se sono grandi si pratica di solito un drenaggio per via ecoguidata, al quale può far seguito un esame citologico e colturale del materiale aspirato. La terapia prevede l’uso di antibiotici e la messa in atto di provvedimenti atti ad abbassare il tenore di testosterone nel sangue, allo scopo di indurre una ipotrofizzazione della prostata, indispensabile per il buon esito della cura. Per ridurre le dimensioni dell’organo si può agire in più modi: impiegare farmaci ad azione antiormonale più o meno marcata o ricorrere alla castrazione, che potrà essere chirurgica (ovviamente irreversibile) o farmacologica (temporanea). Esistono poi opzioni terapeutiche che prevedono interventi sul tessuto prostatico, riservati ai casi più gravi; tali interventi in ogni caso vengono abbinati anche alla castrazione chirurgica.
Saluti