Home | Editoriali | Quattro Zampe di marzo in edicola

Quattro Zampe di marzo in edicola

Di battaglie contro il randagismo ne sono state promosse davvero tante. Ma l’esempio di Vieste, oltre a fare scuola, ci riempie di gioia, perché è proprio nel Sud d’Italia che questo fenomeno è più radicato e sofferto. Se la volontà c’è e lo spirito di gruppo funziona – grazie alla sinergia tra amministrazioni, privati e associazioni di volontariato – allora i risultati ci sono. Così a Vieste e dintorni col progetto “Zero cani in canile” sono stati adottati circa ottocento cani in cerca di casa. Tutto a costo zero: aziende, agriturismi, masserie, alberghi e privati hanno accettato di prendere in stallo queste bestiole in attesa di adozione, offrendo loro la massima visibilità e aumentando in misura esponenziale la possibilità di trovare una famiglia del cuore. È questa l’Italia che tutti noi vorremmo: pensare che non debbano essere più reclusi così tanti cani e gatti in canili e rifugi, troppe volte vittime di accoglienze-lager causate da chi riesce addirittura a lucrare su tali situazioni estreme. Ci auguriamo che il modello di Vieste venga preso come esempio da altre amministrazioni, visto che nello splendido comune foggese è anche aumentato il turismo e in quell’area ben cinquanta lidi accolgono ora i cani in spiaggia.

Restando in tema di turismo pet-friendly, su questo numero abbiamo dedicato un ampio reportage alla città di Merano, celebre per le terme, ma anche teatro di meravigliose escursioni nel cuore delle Alpi, grazie pure a un clima mite tutto l’anno e a una vegetazione mediterranea. Non mancano i consigli utili e preziosi per chi andrà in vacanza con Fido, dal viaggio in auto ai giochi “di naso” e di “attivazione mentale”.

E poi tante risposte sul perché, ad esempio, Micio a volte non vuole le coccole oppure ci mostra il suo lato “b”, l’importante è capire che dobbiamo spogliarci del nostro essere umani e cercare di connetterci nel loro mondo felino. Occhio, poi, ai cibi che abbiamo in casa, possono essere tossici e dannosi per i nostri beniamini, come cipolla e aglio, germogli di patata, pomodori, noccioli di frutta, alcool, uva e cioccolato. Il dossier li analizza nel dettaglio, mettendo in guardia i lettori. Tanti altri i contenuti di questo mese: come fare se c’è una zuffa tra cani, la novità del permesso retribuito in caso di necessità di cura del pet, la storia commovente di Luigi, che ha ripreso a parlare riacquistando la stima in sé stesso grazie alla pet therapy. Infine le razze: Jack Russell Terrier, Bulldog Francese, Sacro di Birmania e Tiffany e tanto altro.

© Riproduzione riservata