mercoledì , 28 settembre 2016
Home | Su Quattro Zampe di Ottobre

Su Quattro Zampe di Ottobre

fotocopertina-800x600

In questo numero:

Non ci era mai accaduto di trovarci così al centro di un dramma. Di viverlo in tutta la sua potenza e tragicità. Così è capitato che Maria Paola, la nostra caposervizio, si trovasse ad Amatrice proprio quella notte maledetta del 24 agosto, quando il sisma in soli 142 secondi ha seminato distruzione e morte. Per fortuna lei si è miracolosamente salvata, seppure la sua casa le sia praticamente quasi crollata addosso. Dentro c’erano anche sua sorella Irene (anche lei rimasta illesa) e il loro amato trovatello Sogno, prontamente portato in salvo mentre la terra ancora tremava. Nel reportage raccontiamo tutti i dettagli.

Un segno indelebile nell’Italia

shutterstock_108509546_72Il sisma non ha avuto pietà, ha causato la distruzione pressoché completa di interi Comuni e loro Frazioni, tra i quali Amatrice e Accumoli in provincia di Rieti, Arquata del Tronto, Acquasanta Terme, Montegallo e Montemonaco in provincia di Ascoli Piceno, oltre a seri danneggiamenti di edifici pubblici e privati in numerosi Comuni del Lazio, dell’Abruzzo, delle Marche e dell’Umbria.
Il terremoto di fine agosto ha lasciato un segno indelebile in tutta Italia. Dolore, rabbia, disperazione, ma anche tanta voglia di rivalsa, di ricostruire. Ben 295 morti, 238 persone estratte illese dalle macerie, quasi 400 feriti.

Loro, i nostri amici a quattro zampe

Ma ci sono anche loro, gli animali, ovviamente, componenti a tutti gli effetti della famiglia. Tanti di loro, purtroppo, sono morti, ma molti sono stati salvati, oltre 1000 (tra macerie e allevamenti rimasti incustoditi per ovvi motivi). Un nostro doveroso ringraziamento va alle forze dell’ordine, alla protezione civile, agli instancabili volontari, alle meravigliose unità cinofile, praticamente a tutti coloro che fin dalle prime ore si sono prodigati per dare il proprio aiuto per salvare più vite possibili.

Storie di salvatori e di salvati

QZ 107 Ottobre 2016 CopertinaC’è un aspetto che ci preme sottolineare: mai come questa volta si è avvertito un sentimento così profondo sul legame uomo-animale. I media hanno dato il giusto risalto anche ai nostri piccoli amici che rappresentano così tanto per chi ha perduto tutto. Come non ricordare, ad esempio, il signor Valerio di Amatrice che ha perso casa, moglie e due figli e che abbraccia con amore la sua cagnolina Lola in una tenera foto che abbiamo pubblicato nel reportage. Per non parlare della gatta Gioia, salvata dalle macerie dopo cinque giorni, di sua sorella Carina, estratta dopo dodici giorni e di Pietro, il “record-cat”, rinvenuto dopo addirittura sedici giorni. Quattro zampe di proprietà felicemente ricongiunti coi loro familiari. Salvatori e salvati, tutti animali meravigliosi che appartengono a questa Terra e dei quali non ci stancheremo mai di parlare.

Buona lettura.

 

 

Scarica la nuovissima app per avere Quattro Zampe sempre con te:  su smartphone, tablet e da questo mese anche su desktop!

appstore

Scarica la nuova app

googleplay

Scarica la nuova app

Da questo mese la versione digitale di Quattro Zampe è consultabile da desktop, tablet e smartphone.
Prima di acquistare un numero o abbonarti, puoi sfogliare Quattro Zampe in modalità “anteprima”, per scoprire tutte le funzioni e le opportunità della nuova versione.
Per tutti gli abbonati alla versione cartacea, quella digitale è inclusa!
Se sei già abbonato alla versione digitale puoi usare le credenziali in tuo possesso anche nella nuova app.
Se non sei in possesso delle tue credenziali scrivici qui indicando nome, cognome, rivista, data di sottoscrizione dell’abbonamento e modalità di acquisto (se tramite iTunes ti chiederemo di inviarci la ricevuta di iTunes).

Sfogliatore Desktop | App per iOS | App per Android

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *