sabato , 16 dicembre 2017

Home | Cani | Razze | Cirneco dell’Etna: un primitivo moderno
Cirneco-Etna

Cirneco dell’Etna: un primitivo moderno

Razza: Cirneco dell’Etna
Origine: Italia
Utilizzo: Caccia, compagnia
Altezza: i maschi misurano da 46 a 50 cm, le femmine da 42 a 46 cm al garrese
Peso: da 10 a 12 Kg per i maschi, da 8 a 10 Kg le femmine

Look antico, anzi primitivo, per il compagno perfetto dei nostri giorni: inodore, allegro, fedele, giocherellone, educato e silenzioso. Il Cirneco dell’Etna è un’antichissima razza italiana che nei millenni ha saputo guadagnarsi un posto accanto all’uomo.

È un cane che ha affascinato tutti i popoli che nei millenni abitarono la Sicilia: dai Greci nel VI sec. a.C., ai Romani passando dall’essere impiegato per la caccia, alla guardia delle ville e nei salotti con le nobildonne. Lui non si è mai tirato indietro, figurando anzi sempre benissimo, grazie alle sue poliedriche doti.

Carattere del Cirneco dell’Etna

Il Cirneco dell’Etna è un cane da caccia dotato di grande temperamento, ma nel contempo dolce ed affettuoso. È una razza antichissima che conserva tutta l’indipendenza, l’istintività e la robustezza di una cane ferale, unite ad un carattere dolce e particolarmente docile, facilissimo da addestrare e da educare e che ben si adatta alla famiglia umana nella quale vive.

È insieme rustico ed elegante, rappresentando la sintesi ideale di tutte le caratteristiche desiderabili in un cane: indipendenza e dolcezza, forza e addestrabilità, carattere e mansuetudine. Frutto di una selezione naturale operata dall’ambiente e dall’utilizzo, il Cirneco è un cane che da settemila anni (è una delle più antiche razze europee) mantiene intatte tutte le sue caratteristiche originarie e gode di una invidiabile robustezza.

Cure del Cirneco dell’Etna

Da buon cane primitivo necessita di poche cure se non un’attenzione al freddo visto che non ha una pelliccia che lo protegge dalle basse temperature non previste nella sua terra di origine, la Sicilia.

Affidabile e costante, il Cirneco dell’Etna si adatta a vivere tanto bene in campagna quanto in città. L’adattabilità è la parola chiave del suo successo, insieme alla proverbiale rusticità: non chiede molto, una rara spazzolata, una ciotola di buon cibo (senza particolari esigenze), un padrone abbastanza attivo con il quale condividere dei bei momenti, possibilmente all’aria aperta, e poco di più.

Essendo stato forgiato dalla natura, una natura selvaggia e ostile, spesso arida come quella che caratterizza la nostra isola trinacria, è un cane che non si disidrata, che può lavorare sotto il sole, su superficie dure, senza aver bisogno di acqua. A caccia è uno spettacolo, ma è eccezionale anche come cane da sport perché è agile, reattivo e sviluppa un buon affiatamento con il padrone.

Di Sofia Golden (riproduzione vietata)
Foto dell’allevamento Cirneco dell’Etna dell’Ovo