mercoledì , 28 giugno 2017
Home | Cani | Razze | Spitz Tedesco: nuvola pelosa
spitz-tedesco

Spitz Tedesco: nuvola pelosa

Razza: Spitz nano (Spitz di Pomerania)
Origine: Germania
Impiego: cane da compagnia
Taglia: dai 18 ai 22 cm
Peso: dai 2 ai 2,5 kg i maschi, le femmine da 1,8 ai 2 kg
Colore: nero, marrone, bianco, arancio, grigio sfumato
Aspetto generale: cane dal pelo appariscente, soffice e morbido che rimane sollevato grazie al fitto sottopelo. Il muso ricorda quello di una volpe ed esprime attenzione per tutto ciò che lo circonda.

E’ celebre per la maestosità del pelo e l’espressione intelligente. Ma non facciamoci incantare, lo Spitz Tedesco ha una personalità fuori dal comune, capace di tener testa a tutti.

Il suo soffice e vaporoso mantello seduce sicuramente, ma è il suo impertinente musetto da volpe che fa innamorare. Ha un’espressione che della volpe ricorda perfino l’astuzia e gli conferisce un’aria intelligente, ma anche molto vigile.

È la razza canina più antica dell’Europa Centrale: sebbene ci siano diversi dubbi e sussistano differenti interpretazioni riguardanti le origini degli Spitz Tedeschi, si ha la certezza che discenda dal Cane della Torba che è vissuto nell’Età della pietra e da altri Spitz che più tardi adempirono al compito di guardiano nei Villaggi di Palafitte di Pfahlbau nell’Età del bronzo. Da ciò si evince che lo Spitz è nato come cane da guardia e come sentinella.

Ci sono ben cinque formati di Spitz Tedesco: lo Spitz Tedesco Nano (Volpino di Pomerania), Piccolo Spitz, Medio Spitz, Grande Spitz e il Wolfspitz. Il loro aspetto li accomuna, infatti, lo standard è identico a tutte le varietà, salvo una variazione nel rapporto cranio-muso che negli Spitz Nani e Piccoli è 2:4 mentre nelle altre taglie è 2:3.

Carattere

Lo Spitz Tedesco è molto gioviale, allegro e giocherellone, affezionato alla famiglia e il padrone diventerà il suo punto di riferimento, tuttavia è molto riservato con gli estranei.

Ci sono però differenze nel temperamento: gli esemplari più piccoli (il nano, il piccolo e il medio) sono molto vivaci, giocosi e vispi, mentre la taglia grande e il Wolfspitz hanno generalmente un carattere più mansueto.

Apparentemente sembra un peluche molto delicato, ma l’apparenza inganna. Lo Spitz nano è un tornado di energia rustico e sempre pronto al gioco, iperattivo e instancabile. Possiede un carattere forte, mai remissivo, né timido. È un tipo molto curioso e sempre attento a ciò che lo circonda e neanche le sue orecchie dormono mai, è sempre sul “chi va là”. Difatti è molto territoriale.

Questi Volpini non sono di certo celebri per la loro “simpatia” con gli estranei, infatti per loro l’estraneo è quasi sempre un potenziale pericolo per il suo umano e per il suo territorio. Proprio per questa ragione non sempre ama la compagnia di altri simili e la sua tenacia fa sì che non si lasci sopraffare da cani di taglia più grande. Ciononostante può trarre beneficio dalla compagnia di altri cani, a patto che questi rispettino il suo “caratterino”.

L’amore per il suo umano è sconfinato, lo Spitz si affeziona a tutta la famiglia, ma riconosce un solo padrone per il quale nutre un amore incondizionato.

Caratterialmente lo Spitz grande e il Wolfspitz differiscono un po’ dai “fratelli” più piccoli, soprattutto il Wolfspitz. Dietro a quel meraviglioso pelo argentato si cela un fisico atletico compatto, ma non è un cane che ha bisogno necessariamente di tanto movimento quotidiano (anche se non lo disdegna), dunque si adatta benissimo anche alla vita in appartamento.

Nelle epoche passate era famoso per le sue doti da guardiano, compito che tuttora esercita con grande disinvoltura, infatti, con gli estranei è alquanto freddo e diffidente, ma ai suoi umani giura totale fedeltà e adorazione. Per aver al proprio fianco un soggetto equilibrato ed educato occorre insegnargli le regole molto presto e in maniera corretta altrimenti il suo tenace temperamento potrebbe usurpare il nostro ruolo di “capobranco”. La sua caparbietà contrasta con la sensibilità: infatti merita un padrone che si accorga dei suoi atteggiamenti a volte poco eloquenti, dunque è adatto a persone con un minimo di esperienza in ambito cinofilo.

Cure e salute

Il folto mantello richiede un’attenta spazzolata almeno due volte alla settimana.

Gli Spitz Tedeschi amano giocare con qualsiasi cosa in qualsiasi modo, correre e fare passeggiate. Di norma godono di una salute di ferro, ma bisogna sempre tenere sotto controllo l’alimentazione poiché hanno la tendenza a ingrassare facilmente e a soffrire di problemi allo stomaco, il veterinario saprà consigliare come impostare la dieta più idonea per questi cani. Nonostante questo, è molto longevo, ci sono molti esemplari di Spitz Nano arrivati perfino ai vent’anni di età, e non sono episodi rari. Gli anni condivisi con lo Spitz Tedesco saranno conditi da una travolgente allegria e gioia di vivere.

Se ti è piaciuta questa anteprima, vai su www.runshop.it e acquista il dvd completo!

Di Giada Rigolli

Foto Shutterstock

Video RunShop

 

Potrebbe interessarti

Cani e musica

Cani e musica, ognuno la sua

Un gioco: associamo il nostro cane ad una musica, un compositore, un brano e vediamo dove ci porta la melodia.