mercoledì , 22 novembre 2017
Home | Cani | Pastore Tedesco
pastore tedesco

Pastore Tedesco

Una razza dalla notevole attitudine al lavoro, robusta e con un’ottima predisposizione alla difesa. Il Pastore Tedesco nasce nella Germania di fine Ottocento, dove i cani da pastore stavano lentamente scomparendo.

Origini

cane lupo

Non sappiamo con precisione quali incroci diedero origine alla razza, ma si può supporre che discenda dal Pastore della Turingia, il Pastore del Wuttemberg e il Pastore di Svevia.

La prima volta che un cane venne definito Pastore Tedesco fu durante un’esposizione cinofila, quando il Capitano di Cavalleria Friedrich Emil Max Von Stephanitz acquistò Hektor, un giovane esemplare.

Nel 1899 venne fondata l’associazione nazionale per il Cane da Pastore tedesco, mentre nel 1901 venne pubblicato lo standard di razza.

Carattere

pastore tedesco

Non è un peloso indipendente, odia la solitudine e adora il suo padrone, per cui, pur essendo noto come eccellente cane da guardia, l’isolamento sociale lo pone in una condizione di ansia e stress.

Può costituire un aiuto eccezionale per i diversi Corpi dell’Arma e per la società, è bravo con i bambini ma preferisce di gran lunga gli adulti. Ha una tempra forte, è intelligente, coraggioso e veloce nel rispondere agli stimoli.

Caratteristiche fisiche

pastore tedesco

È un eccellente atleta che può essere competitivo in diverse discipline cinofile come l’Utilità e Difesa, l’Obedience, Agility Dog, Fly-ball e lo Sheepdog. Il mantello è folto e conferisce al cane un’aria maestosa e statuaria. La sua è una bellezza semplice e funzionale, dallo sguardo fiero, il fisico muscoloso e prestante, la struttura ossea forte. Un maschio adulto può arrivare a pesare 40 chilogrammi e misurare 65 centimetri.

Cura e Benessere

occhi pastore tedesco

Il mantello fitto, dritto e ben aderente al corpo, va spazzolato almeno una volta a settimana per rimuovere il pelo morto. La razza di per sé non è cagionevole ma sarebbe sempre preferibile affidarsi ad allevatori seri e competenti, in grado, ad esempio, di riconoscere patologie diffuse come la displasia dell’anca e del gomito. Cuore e occhi sono altrettanto colpiti.