mercoledì , 28 giugno 2017
Home | Cani | Razze | Amstaff: un amore grande
Amstaff

Amstaff: un amore grande

Razza: American Staffordshire Terrier (Amstaff)
Origine: Usa.
Impiego: cane da guardia e compagnia
Taglia: maschi da 46 a 48 cm, femmine da 43 a 46 cm
Peso: indicativamente, maschi tra 28 e 33 kg, femmine tra 22 e 27 kg
Aspetto generale: l’American Staffordshire Terrier è un cane muscoloso, ben costruito, ma al tempo stesso agile e aggraziato; deve dare un’impressione di forza rapportata e proporzionata alla taglia. Costruito con corporatura compatta, non è alto sulle zampe né snello. Una particolarità: deve dimostrare un netto dimorfismo sessuale

L’Amstaff è letteralmente innamorato dell’uomo, del quale è oggi un meraviglioso compagno. È stato relegato per anni nelle arene e negli scantinati, perché nato per la lotta. Finché qualcuno si è accorto del suo straordinario cuore, nascosto da una montagna di muscoli. L’American Staffordshire Terrier è un cane fortunato, che ha incontrato sul suo cammino degli estimatori che hanno saputo valorizzare i suoi pregi e farne un cane di grande equilibrio.

Carattere dell’Amstaff

Dolcissimo. Forse è la prima cosa che sorprende chi, per la prima volta, si avvicina ad un esemplare di questa razza. Poi forte, indubbiamente, perché il suo aspetto non lo nasconde certo, e intelligente e sensibile. Un Amstaff (questo il diminutivo della razza) sa sempre chi ha di fronte: ha una spiccata sensibilità che gli permette di discernere le situazioni di pericolo e distinguere chi ha cattive intenzioni da chi invece è animato da buoni propositi.

Adora bambini e anziani, anche se non saranno mai i suoi padroni ideali. Con loro può condividere attimi di grande dolcezza e trasformarsi in un compagno di giochi ideale, ma ha bisogno di un proprietario dinamico e consapevole della sua forza, in grado di gestirlo. Si tratta dopo tutto di un molosso, il cui equilibrio dipende anche da quello del padrone.

L’Amstaff è testardo e combattivo, ma assai ben controllabile se educato, socializzato e addestrato; è un cane coraggioso, leale, affettuoso, intelligente, sensibile, estremamente amabile, equilibrato, dolce e giocherellone con il padrone e i suoi familiari. Con un Amstaff solitamente l’amore è reciproco, perché si tratta di un cane talmente generoso, talmente simpatico e coinvolgente, così leale e dolce, che l’amore che lui dà è ampiamente ricompensato da quello che riceve

Mantello dell’Amstaff

Il pelo è corto, fitto, al tatto duro e lucente; sono ammessi tutti i colori: monocolori, pezzati e tigrati, non desiderabile il bianco puro o il corpo con oltre l’80% di bianco

Cure dell’Amstaff

Il pelo corto non necessita di toelettatura frequente, è sufficiente una spazzolata settimanale per rimuovere il pelo morto.

L’Amstaff è di certo più adatto a vivere in spazi larghi, ma può adattarsi facilmente anche alla casa di città se tenuto in esercizio con passeggiate quotidiane.

Come tutti i cani fisicamente e caratterialmente forti, raramente è nervoso e mai attaccabrighe, ma questo dipende molto dalla sua selezione e dalla sua educazione. Se per quanto riguarda la prima si tratta di un lavoro affidato agli allevatori, che hanno il compito anche di occuparsi della prima fase della socializzazione, per quanto invece riguarda la seconda, il proprietario ha il compito di farlo entrare in contatto con più cani e conoscere quante più situazioni, per fargli fare il maggior numero possibile di esperienze. Questo è indispensabile affinché sia sempre a suo agio, sereno e sappia comportarsi bene.

Ama stare a contatto con il padrone, quindi ha bisogno di qualcuno disposto a condividere gran parte della giornata con lui, e ha bisogno anche di regole per viver bene nel branco o famiglia che sia.

Non è un cane adatto a chiunque, perché è sportivo e ha bisogno di tanto movimento. L’ideale sarebbe quindi permettergli di dar sfoggio delle sue doti attraverso una disciplina sportiva, o un impiego sociale. Negli ultimi anni la razza sta raggiungendo grandi risultati nel campo delle terapie assistite, grazie al suo carattere estroverso e gioioso, al suo equilibrio e alla sua sensibilità.

Sono sempre più le famiglie che con grande soddisfazione hanno un Amstaff come compagno; bastano pochi accorgimenti e condividere con lui la quotidianità può essere una divertentissima esperienza. La sensazione di sicurezza che un cane del genere è in grado di dare, non è, tra l’altro, da sottovalutare. Ma guai ad usarlo come minaccia, vorrebbe dire contribuire ad alimentare stupidi pregiudizi e farlo tornare alle sue torbide origini. Ogni proprietario ha il dovere morale di contribuire alla buona reputazione della razza e alla felicità del proprio cane, con il grande vantaggio di avere in cambio un compagno speciale, un amico dolce e leale che molti invidieranno.

Normalmente è una razza sana, ma può soffrire di displasia.

Di Sofia Golden (riproduzione vietata)

Foto di Roberto Della Vite

Potrebbe interessarti

Cani e musica

Cani e musica, ognuno la sua

Un gioco: associamo il nostro cane ad una musica, un compositore, un brano e vediamo dove ci porta la melodia.