lunedì , 23 ottobre 2017
Home | Attualità | Il Carlino ritrovato
carlino

Il Carlino ritrovato

Un lieto fine a sorpresa per Minù, la carlina di sette anni sottratta ai proprietari nel 2014. Rubata dal giardino di casa, a Forlinpopoli, in Emilia Romagna, la cagnetta è stata ritrovata a tre anni dalla scomparsa grazie alla segnalazione alle guardie zoofile Oipa Roma.

Salvata dal microchip

La cagnetta era detenuta insieme ad altri cani, in un’abitazione nei pressi di Gallicano (Roma), da una donna di 34 anni, che in precedenza aveva dichiarato di essere la proprietaria. E’ stato il microchip a salvare l’amica a quattro zampe. Da un rapido controllo all’anagrafe canina, le guardie zoofile dell’Oipa sono potute risalire al vero proprietario di Minù.

Quest’ultimo, aveva sporto regolare denuncia ai Carabinieri locali al momento del furto, ma trascorsi ormai tre anni, non credeva di poter riabbracciare la sua adorata. L’Oipa, per effettuare l’operazione e prelevare Minù, ha collaborato direttamente con il Comando Stazione dei Carabinieri di Gallicano.

Il cane, sempre in compagnia degli addetti Oipa, ha raggiunto Bologna in treno, dove è stata accolta tra incredulità e lacrime di gioia. Adesso, la donna che la deteneva illegalmente, dovrà rispondere del reato di ricettazione e di false dichiarazioni a pubblico ufficiale.

Fenomeno in crescita

I furti di cani, soprattutto se di razza, da giardini e proprietà private, sono in forte aumento. Gli sbocchi criminosi sono purtroppo molteplici e questo non contribuisce ad arginare il fenomeno. Lasciare il proprio peloso incustodito, anche se microchippato, potrebbe rivelarsi più pericoloso del previsto.