giovedì , 22 giugno 2017
Home | Attualità | Volontario cinofilo multato perché il randagio ha dato un morso
volontario cinofilo

Volontario cinofilo multato perché il randagio ha dato un morso

La notizia non è delle più recenti, ma fa ancora clamore: un volontario cinofilo multato dopo che il randagio che ha accudito ha dato un morso a un passante.

Proprio così.

Un cane randagio, ospitato nel giardino di un uomo, ha morsicato un passante. Il responsabile della cura del randagio avrebbe dovuto essere il sindaco, e invece è stato multato il volontario cinofilo che lo accudiva.

La storia del volontario cinofilo multato

Vediamo i fatti, come esposti sul sito della Lega Nazionale per la Difesa del Cane. È successo a Termini Imerese, dove un uovo dava ospitaità nel giardino di casa, ad alcuni randagi per nutrirli. Un passante li aveva accarezzati e i cani, probabilmente non socializzati, lo avevano morso. Da qui le denunce e il calvario giudiziario culminato nell’incredibile provvedimento.

La voce della Lega

Piera Rosati, presidente nazionale di Lega Nazionale per la Difesa del Cane, ha così commentato:

“È una sentenza di una gravità eccezionale, che evidenzia la totale inadeguatezza della magistratura verso le criticità del randagismo e le responsabilità dei sindaci, completamente ignorate e impunite. La suprema corte, anziché riconoscere come prevede la legge 281 del 1991, che il sindaco è la massima autorità sanitaria, il padrone di tutti i cani randagi sul territorio e che risponde dell’incolumità pubblica, ha invece scaricato sul privato cittadino le negligenze municipali, le inefficienze della veterinaria pubblica, un sistema che vede semmai colpevoli le autorità locali che non sterilizzano e non microchippano i cani di loro proprietà come obbliga la legge”.

Una questione che lascia allibiti, e preoccupati.

E tu, accudisci randagi?

Ti occupi dei randagi della tua città? Li ospiti, li sfami, che rapporti hai con il sindaco e l’amministrazione comunale della zona dove vivi? Raccontaci la tua esperienza, dicci quello che pensi riguardo a questo evento e alla situazione dei randagi in Italia. Faccelo sapere con un commento sulla nostra pagina Facebook.

 

immagine di repertorio, da Shutterstock.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbe interessarti

cane in chiesa

Cane in chiesa: Pallino torna ogni domenica

Da anni torna in chiesa e si accuccia dove c'era il corpo del suo padrone